fbpx
Sindrome dell'Atlante causa mal di testa, nevralgie, stanchezza cronica
17831
post-template-default,single,single-post,postid-17831,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Sindrome dell’Atlante

Sindrome dell’Atlante

Sindrome dell'Atlante curala con l'osteopatia a roma monte sacro Silvia Vitale
Sindrome dell'Atlante

Il mito di Atlante rispecchia appieno la sintomatologia fisica della sindrome dell’Atlante.
Non sto parlando del mito geografico, mi riferisco al nome assegnato alla prima vertebra della nostra colonna vertebrale: Atlante!

Questa vertebra è il punto di passaggio, di raccordo, tra la nostra testa e il nostro corpo.

A livello superiore l’Atlante si articola con l’occipite, mentre a livello inferiore si raccorda con la seconda vertebra cervicale, che si chiama epistrofeo.

Concentriamo adesso su come si può manifestare la sindrome dell’Atlante.

Se il blocco si manifesta nella parte superiore questo andrà ad influenzare l’occipite e il suo diaframma bloccandoli o ostruendone i movimenti.

In questo caso si verifica una considerevole riduzione del respiro cranico primario.

Il respiro cranico primario è fondamentale e necessario per il nostro benessere.

Se il blocco si manifesta nella parte inferiore questo andrà ad influenzare l’Epistrofeo.

In questo caso i movimenti del collo potrebbero risultare alterati.

Inoltre questo tipo di blocco andrà anche a coinvolgere tutti i nervi , vasi sanguigni e muscoli che si trovano in questa regione.

Ad esempio dalla seconda vertebra cervicale parte un nervo chiamato nervo di Arnold. Questo nervo si prolunga fino alla testa e si unisce con il trigemino.

Se il blocco va ad interessare questa regione allora possono scaturirvi delle violente nevralgie del trigemino.

Riassumendo la sindrome dell’Atlante può dare sintomi quali:

  • Mal di testa
  • Nevralgie
  • Vertigini
  • Stanchezza cronica
  • Dolore diffuso su tutta la colonna vertebrale

L’osteopatia offre un valido e non invasivo aiuto per sbloccare tale articolazione, sia nel caso il blocco interessi la parte superiore, sia nel caso interessi la parte inferiore.

Le manovre sono molto delicate per evitare in ogni modo un peggioramento dell’infiammazione.

Ho voluto scrivere queste poche righe perché ultimamente mi sono trovata a trattare molti pazienti che mostravano una chiara sindrome dell’Atlante. I sintomi dichiarati erano esattamente quelli esposti in precedenza.

A volte questa sindrome si associa con forti traumi emotivi legati sia allo stress sia a varie problematiche relative al controllo (a volte espressione di una forte paura, che pietrifica, alimentata anche dalla continua esposizione alle sensazionistiche notizie dei mass media).

Questa correlazione tra stati emotivi e fisici non stupisce visto i tempi in cui stiamo vivendo attualmente.

Ma questa è un altro discorso che sicuramente affronteremo in futuro.
Per conoscere meglio l’Atlante clicca qui si tratta di un sito interamente dedicato.

 

Silvia Vitale – Osteopata

Scopri di più sull'Atlante
Richiedi informazioni


Accetto le condizioni sulla privacy Privacy Policy

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.